Concorsi Ministero della Cultura – Circa 2000 Posti in Arrivo – Per Diplomati e Laureati

Pubblicità

Con l’acronimo MIC viene indicato il Ministero della Cultura, precedentemente denominato Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MIBACT). Il MIC si occupa della gestione del patrimonio culturale e dell’ambiente, tutelando la cultura e lo spettacolo e conservando il patrimonio artistico, culturale e del paesaggio.

Inoltre, il cambio di nome è stato ufficializzato con il DL 22/2021 recante “Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei Ministeri”.

L’arrivo dei nuovi Concorsi banditi dal Ministero della Cultura è stato annunciato con la discussione del nuovo Piano triennale del fabbisogno del personale “2020-2022”.

Le assunzioni previste per i Concorsi Ministero della Cultura saranno in totale 1923, e saranno aperte a diplomati e/o laureati.

In particolare, una procedura concorsuale unificata sarà gestita da RIPAM, per l’assunzione di:
– 550 unità di Terza Area;
– 400 unità di Seconda Area, posizione economica F2;
– 150 unità di Seconda Area, posizioni economiche F2 e F1;
– 334 assistenti amministrativi gestionali;
– 100 assistenti informatici.

Inoltre, è previsto un ulteriore bando per 270 funzionari archivisti.

Sono poi previsti due concorsi per l’assunzione complessiva di 70 dirigenti.

Infine, ci sarà una procedura relativa all’assunzione di 49 unità a tempo determinato per il PNRR.

Il Piano triennale del fabbisogno del personale 2020-2022 specifica che i profili richiesti per i 550 posti di Terza Area Funzionale saranno:
– Bibliotecario;
– Archivista;
– Architetto;
– Storico dell’Arte;
– Archeologo;
– Paleontologo;
– Biologo;
– Chimico;
– Demoetnoantropologo;
– Restauratore;
– Statistico;
– Ingegnere;
– Fisico;
– Geologo.

I 49 posti per il PNRR saranno così suddivisi:
– 29 posti per incarichi dirigenziali;
– 20 posti per personale di Terza Area in profili del settore economico, giuridico, amministrativo, informatico, statistico-matematico, ingegneristico, gestionale.

La maggior parte dei posti sarà a tempo indeterminato.

Tuttavia fanno eccezione i 49 posti per il PNRR, che saranno a tempo determinato.

Come affermato in precedenza, i Concorsi Ministero della Cultura in arrivo saranno dedicati a diplomati e laureati.

Tuttavia, è necessario attendere l’uscita del bando per maggiori informazioni su tutti i profili richiesti e sui relativi requisiti di accesso.

In particolare, dalle informazioni contenute nel Piano dei fabbisogni sappiamo che:
– la procedura per 550 unità prevede modalità semplificate secondo l’Art. 10 del DL 44/2021, con una preselezione per titoli;
– la procedura per 400 unità prevede modalità semplificate ai sensi dell’articolo 3, comma 4, lett. a) della legge 56/2019;
– 50 unità di personale dirigenziale saranno assunte mediante l’espletamento di un corso-concorso selettivo di formazione bandito dalla SNA.

Inoltre, con l’uscita dei bandi arriveranno maggiori informazioni sulle modalità di selezione scelte per tutti i profili previsti.

Come confermato in precedenza, una parte dei posti previsti sarà coperta tramite una procedura concorsuale gestita da FORMEZ PA – Commissione RIPAM.

Inoltre, non ci sono informazioni ufficiali sulla gestione delle altre procedure concorsuali.

Per istruzioni su come inoltrare la domanda è necessario attendere l’uscita dei bandi in Gazzetta Ufficiale.

I concorsi potrebbero essere banditi tra la fine del 2021 e la prima metà del 2022.

Per visionare tutti i bandi di concorso in uscita clicca qui > Prossimi Concorsi Pubblici in Uscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: